trae-young-1540170423

Trae Young: Record-Breaker

young_300_20180426Nome: Trae

Cognome: Young

Città di nascita: Lubbock, TX

Età: 20 (19 Settembre 1998)

College: Oklahoma

Altezza: 188 cm

Peso: 82 kg

Ruolo: Point Guard

Draft 2018: 5^ scelta assoluta, Dallas Mavericks, rigirato agli Hawks

Bio

Trae Young nasce a Lubbock, in Texas, figlio di Candice e Rayford Young (che qualcuno ricorderà per aver giocato a Texas Tech e in Europa). Primogenito di quattro figli, in ordine seguono Timothy, e le due femmine Caitlyn e Camryn. La famiglia Young possiede anche una seconda casa, a Norman, in Oklahoma. Frequenta la Norman North High School, ma durante il suo primo anno non si iscrive alla squadra di basket. Forse dopo aver discusso col papà per tutto il suo primo anno, decide di giocare con la squadra l’anno successivo. Durante il suo anno da Sophomore al liceo tiene le medie di 25 punti, 5 assist e 4 rimbalzi a partita, facilitando la vittoria di un titolo tra le scuole della scuola. Ovviamente viene nominato Sophomore of the Year dell’Oklahoma. Il boom però lo fa nell’anno seguente, quello da junior, in cui mantiene fissa a 34 punti abbondanti la sua media, con 4.6 sia nella voce rimbalzi che assist. Il record di squadra è 28-4, e Young porta il suo team al titolo regionale. Viene nuovamente premiato, stavolta come Player of the Year, sempre dell’Oklahoma. Nell’anno da senior è come se giocasse un gigante tra i bambini, 42.6 punti, 5.8 rimbalzi e 4.1 assist a partita, tirando col 49%.

Viene considerato dalle maggiori testate sportive americane, ESPN, Scout.com e Rivals.com, uno dei migliori prospetti della recruiting class 2017. Per di più ESPN lo considera il secondo miglior point-guard prospect. Il 16 Febbraio 2017 annuncia la sua scelta. Dopo essere stato corteggiato a lungo da molte università, decide di rimanere vicino casa, sceglie Oklahoma, sponda Sooners. È il primo five star recruit dopo Tiny Gallon, nel 2010 (scelto dai Bucks ma ha mai calpestato un parquet americano. Attualmente gioca nella Japanese League).

NCAA Basketball: Texas Christian at Oklahoma

Alcuni dati: Scout – Rivals – 247 Sports – ESPN lo reputano un five star recruit
Recruiting star ranking: Scout: 21, Rivals: 14, 247 Sports: 18, ESPN: 15

Come va la sua carriera collegiale? A gonfie vele. Esordisce il 12 Novembre mettendo a referto una doppia doppia da 15 punti e 10 assist. Tre giorni dopo ne mette 22 con 13 assist contro la Ball State University, e il 26 dello stesso mese piazza il carrier-high di 43 punti, con 7 assist, contro gli Oregon Ducks. Cominciano i paragoni scomodi, c’è chi ha visto in lui il nuovo Steph Curry durante quella partita, e come dargli torto? Il 19 Dicembre pareggia il record all-time di assist in una partita al college, 22, entrando di diritto nell’esclusivo club composto da Sherman Douglas, Tony Fairley e Avery Johnson. Tanto per la cronaca, in quella partita ne ha messi anche 26 nel blow-out 105-68 contro i Northwestern State Demons. I riflettori cominciano ad accendersi su Young, durante la stagione passa dall’essere una prima pick al secondo turno/ultima pick al primo turno a diventare una potenziale top 3 pick. Viene inoltre elogiato dallo stesso Stephen Curry e da LeBron James, giusto per aumentare l’hype. Cominiciano però a emergere i primi limiti, contro la West Virginia University è costretto dalla difesa asfissiante a 8 palle perse, e piano piano si comincia a pensare che la sua difesa sia molto, molto debole. Young prende tutte queste critiche e le butta nel canestro una dopo l’altra dopo i 43 punti, 11 rimbalzi e 7 assist contro la Texas Christian University. Nuovamente tre giorni dopo fa registrare però un carrier-high di 12 palle perse, e il 20 Gennaio, nell’amara sconfitta contro i rivali di Oklahoma State University, segna 48 punti con un povero 14/39 al tiro. Ancora 3 giorni dopo decide di segnare qualunque tiro sia in grado di prendersi, 7/9 con 26 punti nella vittoria contro Kansas, quinta forza dell’NCAA.

In seguito alla sconfitta di Oklahoma all’NCAA Tournament, Young decide di rendersi eleggibile. La sua stagione è fantastica, questi sono i dati:

811 punti, record per un freshman, sorpassando Kevin Durant e Michael Beasley // 271 assist // 161 palle perse // 848 punti // 27.4 punti a partita, la media più alta in Division I per il 2017 // 8.7 assist a partita, la media più alta in Division I nel 2017  // First Team All-American // Wayman Tisdale Award // First-Team All Big 12 // Big 12 Freshman of the Year

Scelto alla 5^ dai Dallas Mavericks, grazie a uno scambio chissà se intelligente da parte del GM di Dallas, Trae Young passa subito agli Atlanta Hawks. Notable mention, nella sua terza partita NBA della sua vita mette a segno 35 punti e 11 rimbalzi contro i Cleveland Cavaliers.

Scheda tecnica

La prima cosa che salta all’occhio vedendo giocare Young è la sua gittata apparentemente illimitata di tiro. Una volta superata la metà campo diventa un pericolo pubblico. È stato forse il miglior tiratore di college dai tempi del pluricitato Stephen Curry. Inoltre la sua rapida meccanica di tiro gli permette di poter tirare anche negli spazi più stretti. Nonostante sia poco esplosivo, grazie al suo jumper letale costringe i difensori a difenderlo molto stretto, rendendogli vita facile nella penetrazione. Di soluzioni dentro l’arco ne ha parecchie, il tiro dal mid-range è molto affidabile, come anche il suo floater. È anche dotato di un’innata capacità di giocare i pick ‘n roll quasi fosse un veterano e non un ragazzo di 20 anni. Grandi decisioni e letture rapide sono di casa, come anche il gioco a “testa alta”, la miglior media assist per partita della scorsa stagione universitaria non si raggiunge a caso. La sua visione di gioco costringe gli avversari ad avere sempre un occhio di riguardo per lui, lasciando magari un compagno di Young libero, a cui arriverà sicuramente lo scarico. È anche capace di giocare al ferro, usando bene il corpo contro difensori più grossi di lui.

Per quanto riguarda le maggiori pecche non si può non citare la scarsa esplosività e verticalità che potrebbero precludergli molte soluzioni offensive nella Lega. Altro pericolo sono le troppe palle perse, anche se questo dato potrebbe essere giustificato dal fatto che è stato utilizzato tantissimo a Oklahoma nelle soluzioni offensive. Praticamente il gioco passava quasi esclusivamente da lui. Per quanto riguarda la difesa, si sforza troppo poco nella difesa sul pallone, concedendo una posizione di vantaggio al suo marcato. Le guardie avversarie lo passano troppo facilmente, soprattutto quando non sta difendendo in prima persona e gli attaccanti gli passano alle spalle, mentre lui si fossilizza sul guardare il portatore di palla. A causa dei suoi scarsi mezzi fisici, difficilmente riuscirà a contenere guardie troppo veloci, venendo quindi utilizzato per difendere giocatori fisicamente più forti di lui, rischiando di perdere dunque vari duelli.

Un giudizio finale: Puoi tirare anche da casa tua, ma devi sforzarti e impegnarti a difendere, oltre a mettere massa muscolare, Trae!

ccc_5206

Francesco Cavallo

Francesco Cavallo

Francesco Cavallo, 19 anni, Roma. Ex-studente di liceo classico, attualmente matricola di Informatica alla Sapienza. Non tifo nessuna squadra, ma mi piace vedere il bel gioco. Amore platonico per LeBron James, per il playmaking e per i passaggi di Jason Williams. Citazioni preferite: "Limits, like fears, are often just an illusion" e "Il grande attacco dà spettacolo e porta tifosi al palazzetto, ma la grande difesa fa vincere i campionati"

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Editore ENBIEILAIF - Nacho Symbolic Associazione Culturale
P.IVA - COD. FISC. 03383520545
Direttore Responsabile testata on line: Luca Fiorucci
Server Provider: Aruba
Registro Stampa Tribunale di Perugia N°9 27/05/14
Email: info@nbalife.it

© 2018 Copyright NbaLife.it, tutti i diritti riservati