usa-today-10539503-0

Playoffs 2018: Cavs – Pacers

Cleveland Cavaliers (50-32) vs Indiana Pacers (48-34)

LA SERIE IN STAGIONE

Durante la Regular Season gli scontri tra i Cleveland Cavaliers e gli Indiana Pacers sono a favore di questi ultimi che conducono con sorprendente 3 a , con una vittoria in trasferta piuttosto netta ad inizio novembre mentre gli altri tre match sono finiti con uno scarto sempre inferiore agli otto punti.

C’è anche da aggiungere che l’ultima partita di Regular Season tra i Cavs e i Pacers è riconducibile al 27 gennaio, prima della rivoluzione messa in atto da Cleveland che ha cambiato gran parte del quintetto base.

COME ARRIVANO LE SQUADRE AI PLAYOFFS

Probabilmente la data del 9 febbraio è lo snodo cruciale della stagione di Vice campioni NBA.

Per capire come arrivano i Cleveland Cavaliers a questo primo turno di play-off è impossibile non partire dalla deadline dove i Cavs arrivano in condizioni disastrose, una squadra mal gestita da Tyronn Lue che non ha mai trovato il giusto compromesso tra LBJ, i veterani presenti nel roster e i nuovi innesti come Wade, Isaiah Thomas e Crowder senza dimenticare Derrick Rose.

L’arrivo di forze fresche come Clarkson e Nance jr dai Lakers, Hood e Hill rispettivamente da Utah e Sacramento sembra aver migliorato la situazione nella metà campo difensiva ma la sensazione che si sia perso troppo tempo in casa Cavs è viva, infatti il finale di stagione non premia la franchigia del Re che chiude la Eastern Conference solo al quarto posto scavalcata nel finale da una sorprendente Philadelphia.

Gli Indiana Pacers guidati da coach Nate McMillan sono sicuramente una delle sorprese di questa Eastern Conference.

Nonostante la partenza di Paul George i Pacers sono riusciti dopo un rebuilding non semplice a trovare la strada per tornare competitivi, il merito è anche quello di aver trovato in Victor Oladipo (arrivato nello scambio con PG13) il loro All Star, giocatore sicuramente maturato diventato una vera Stella ad Est, ma tra i giocatori che hanno lasciato il segno in questa stagione ci sono sicuramente anche Collison, Myles Turner, Bojan Bogdanovic e il figlio d’arte Sabonis.

MATCHUP

Spesso in questi testa a testa si cercano di analizzare i vari accoppiamenti che possono far la differenza, ma quando si parla dei Cleveland Cavaliers la domanda è sempre la stessa come fermare o almeno contenere LeBron James?

Durante i match di RS The King era marcato da Bogdanovic ma non credo possa bastare, Indiana dovrà sacrificare Oladipo anche in fase difensiva facendo spendere energie importanti alla propria star con un risultati tutti da verificare.

Lo stesso Oladipo sarà al centro delle attenzioni della difesa dei Cavs che tolto LBJ forse non hanno l’uomo adatto a contenere la guardia dei Pacers. Mentre le second unit delle due franchigie si sono spesso fatte trovare pronte in RS visto che entrambe sono nella top 10, quella dei Cavs con Clarkson e Jr. Smith se particolarmente ispirati al tiro sono in grado di trascinare con se tutta la squadra. I Cavs devono fare particolare attenzione alle palle perse visto che Indiana è una delle migliori squadre a trasformare in punti le palle recuperate, i ritmi della serie dovrebbero essere alti ma Cleveland deve fare estrema attenzione alla gestione della transizione.

XFACTORS

Analizzando i precedenti stagionali il merito dei 3 successi di Indiana va sicuramente al collettivo bravo a trovare sempre l’uomo libero sul perimetro. Nella vittoria di inizio stagione la percentuale da tre dei Pacers era addirittura del 61% mentre scende ad un comunque eccellente 46% nelle quattro sfide stagionali. Mentre Cleveland ha faticato nel trovare questo fondamentale non arrivando nemmeno al 30% nonostante sia uno dei marchi di fabbrica della franchigia dell’Ohio. Nei match di Regular Season Viktor Oladipo (papabile Most Improved Player) si è rivelato una vera e propria spina nel fianco per i Cleveland Cavaliers, il giocatore proveniente dagli Oklahoma City Thunder nella seconda partita ha messo a referto 33 punti con 6 triple mentre nel terzo match mette la tripla decisiva ad minuto dalla fine dei tempi regolamentari.

Se questo è quello che ha fatto la differenza per i Pacers nei precedenti stagionali, Cleveland in questo momento ha come unico punto di forza LeBron James.

LBJ ha disputato una stagione da giocatore più forte del pianeta chiudendo la sua miglior regular season di sempre con 27,5punti, 8,6 rimbalzi, e 9,1 assist e nella post season ha sempre alzato il suo livello di rendimento. Nella situazione attuale dei Cavs è lui che può e probabilmente farà pendere l’ago della bilancia a favore dei Cavaliers che devono sicuramente cambiare registro difensivo perché l’andamento della RS diceva 109,5 punti concessi ogni 100 possessi, numeri che non portano da nessuna nei playoffs.

Possiamo aggiungere anche Kevin Love alla lista dei giocatori da tenere sotto controllo, l’ex Minnesota dopo la rivoluzione di Febbraio e dopo aver risolto il problema alla mano sembra essere diventato di nuovo un uomo importante per questi Cavs viaggiando oltre il 40% da oltre l’arco ma con una difesa assolutamente da sistemare nel corso di questi playoffs.

PRONOSTICO: 4-2 CAVS

Dovrei andare anche di pronostico romantico ma non lo farò, di romantico sinceramente in questa serie ci trovo poco. Il mio pronostico sicuramente è condizionato dal risultato del primo match ma non posso credere che i Cavs siano veramente così brutti. Dopo la stagione regolare LBJ non può abdicare così e non credo lo farà, ma una chance in più a Indiana voglio darla, quindi se domenica mattina avrei detto 4-1 oggi concedetemi un 4-2, per i Cavs ovviamente.

grosp9khqwqvfpdqdva2

Sabatino Fantauzzi

Sabatino Fantauzzi

26 anni, mi sono appassionato alla pallacanestro vedendo i derby di Basket City il sabato pomeriggio su Rai 3 e da li è nato un amore incondizionato con il basket e la Fortitudo Bologna. Successivamente mi sono avvicinato anche alla NBA, precisamente dalla scelta del Mago in poi, seguo da vicino Marco Belinelli, idolo indiscusso dai tempi Fortitudini. Lakers e Kobe le altra passioni.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Editore ENBIEILAIF - Nacho Symbolic Associazione Culturale
P.IVA - COD. FISC. 03383520545
Direttore Responsabile testata on line: Luca Fiorucci
Server Provider: Aruba
Registro Stampa Tribunale di Perugia N°9 27/05/14
Email: info@nbalife.it

© 2019 Copyright NbaLife.it, tutti i diritti riservati