USP NBA: MIAMI HEAT-PRESS CONFERENCE S BKN USA FL

NBA Playoffs: 1st Round EST – I pronostici semiseri

Non so come immaginiate il dietro le quinte di una redazione, in buona sostanza funziona un po’ come una famiglia: ci sono i giovani figli irruenti, i saggi nonni, gli zii buontemponi, i genitori che cercano di regolare il traffico di idee e, alle volte, polemiche in relazione al confronto delle prime. Tutti con un’idea di basket in testa, con i propri beniamini e le proprie squadre del cuore. Se state pensando:”Ma non avete l’obbligo di essere imparziali?” vi rispondo non solo verissimo, sacrosanto! Non fosse altro che, fino al momento in cui si scrive, si cazzeggia, per lo più su WhatsApp e parecchie volte nell’atmosfera di spogliatoio vi lascio immaginare la quantità e la qualità di sfondoni, provocazioni e scommesse.

La premessa è dovuta in quanto state per leggere una preview sui generis: piuttosto che proporvi infatti una voce unica ed imparziale nel tentativo di leggere in anticipo le tematiche che caratterizzeranno il primo turno di Playoffs, cioè la normalità, troverete tutte le voci della nostra redazione, ognuna con una faziosità dichiarata, ma non per questo portatrice di ricchezza, e sopratutto ironia…

I loschi figuri della redazione:

Andrea, il milanès (Celtics)
Checco, il rais della tonnara (Kanter, sì avete letto bene)
Matteo, l’avvocato patacca (Blazers)
Tommaso, l’MVP romantico (OKC)
Carlo, il mormone druido (Celtics)
Alessandro, the rookie (LBJ, è una franchigia non lo sapete?)
Davide, the serial contrarian (Warriors, Nets da tre giorni)
Il sottoscritto, il Prez (la franchigia che clamorosamente non c’è in questi playoffs…si, bravi. Quella)

Milwaukee Bucks vs Detroit Pistons

Abbiamo capito Gianni…n°1…ma perchè hai un braccio maculato?!

Qui non abbiamo implicazioni di cuore per nessuno dei componenti della redazione e quindi è un semi-plebiscito di 4 a 0. Oddio, nessuna implicazione…le seconde generazioni: cioè il primogenito del sottoscritto ed uno dei (innumerevoli) figli del patacca, mostrano interesse per “quelli verdi con le corna”, però ecco, ci fermiamo qui, nemmeno loro avrebbero l’ardire di pronosticare una W targata Motown. Il rookie ipotizza un 4 a 1 solo nel caso in cui Giannis riposi in gara 4; certo un pronostico con le condizionali è discutibile…ma ragazzi è pur sempre un rookie! Detto ciò i verbi che vengono utilizzati più spesso, in riferimento ai poveri Pistons sono: spazzati, gettati, sbarazzati…insomma più che trash talkin’ stiamo parlando about trash…e senza Griffin, capitolo stra-chiuso.

Boston Celtics vs Indiana Pacers

Il perchè di questa foto? Brad Wanamaker!

Da zero a mille implicazioni: dovete sapere infatti che ovunque, anche in casa vostra, i supporters biancoverdi sono sempre più rispetto a quelli dichiarati, e la nostra redazione non fa eccezione. C’è poi un aggravante: il supporter medio dei Celtics è un po’ piagnone. Potrei infierire (e chi me lo farebbe fare in ogni caso? Non sono nella posizione, credetemi, questi poi mi uccidono) ma mi limito a definirlo lamentoso: “L’infortunio di Smart mette in pericolo già questa serie”, “Kyrie ha già la mente a quale squadra scegliere il 1° Luglio”, “I Pacers sono una brutta bestia, per certi versi la vera sorpresa della Lega”, “Eh ma Hayward non è più lui”…si, vabbè, addio. Che possano fare fatica, ok, non a caso il pronostico gravita sul 4-1 con qualche raro 4-2 (manco a dirlo il tandem milanès-mormone) Ma se il tuo go-to-guy è sì il più famoso terrapiattista del mondo, ma anche uno dei primi  tre della pista mentre il dirimpettaio…la stella dei Pacers…ah, è infortunato?! Ma allora di cosa vogliamo parlare? Anche l’MVP, la cui eloquenza è rinomata più che in tutta Italia, cioè nel senese, ci dice che i Pacers “appaiono soltanto la versione sbiadita di quella squadra indefessa di 12 mesi fa”. Bravi fate un sorriso, mentre sotto banco guardate il dizionario per capire cosa voglia dire “indefessa”. Spoiler- Non è una parolaccia.

Philadelphia 76ers vs Brooklyn Nets

Sono un fenomenooooo!…

Vi sarà capitato da ragazzi: all’improvviso tutti, ma proprio tutti in famiglia vi portano ad esempio un ragazzo che è bravo a scuola, educato e di enormi qualità mettendolo a confronto con voi, che sapete quello essere un ruffiano, poco di buono ed anche testa di minchia. Ma vi mettono in minoranza e non si può controbattere efficacemente. Nella nostra redazione succede la stessa cosa: è una mesata e più che la menano tutti con D’Angelo Russell: “santo subito, il più migliorato, finalmente ha trovato dove esprimersi al meglio” Ed ancora: “ma quanto è simpatico, siamo tutti con te”. E’ chiaro: scelto dei Lakers si dimostra una pippa e più attento alle questioni fuori dal campo oltre che non essere simpatico ad anima viva, meno che mai a me. Va in un’altra Conference per fare un pelo meglio che in precedenza, apriti cielo…Ma non c’è problema, li rimetto tutti in riga ‘sti faziosi quando Lonzo dominerà il mondo. Ah-ehm…tornando a noi ‘sto gran condottiero dovrebbe portare i Nets a gara 7 secondo il milanès, così come il patacca il cui pronostico è motivato dal voler vedere ondeggiare i capelli di Jarret Allen più a lungo possibile. L’MVP, sensibile al talento disfunzionale come il sottoscritto al decolletes dalla terza misura in sù, ci ricorda che Jimmy B. logora chi non ce l’ha, ma di contro ce n’è uno, uno solo che pensa che Brooklyn passi: The serial contrarian, appunto il  bastiancontrario. E’ la sua natura, che ci volete fare.
Alla fine, come spesso accade, il rais della tonnara è il più lucido e mette tutti d’accordo con un salomonico “futuro roseo per i Nets. Passa Phila 4 a 1″.

Toronto Raptors vs Orlando Magic

Che gara uno ho fatto…wow…

Ogni anno c’è una serie “e qui casca l’asino” e questa è un classico esempio: a parte il sopracitato rais la cui saggezza è degna del consiglio di Namecc e che, ovviamente una W ad Orlando l’aveva assegnata, tutti gli altri, sottoscritto incluso, vedevano un solare 4 a 0 per quelli del Nord, salvo poi essere perculati dai ragazzacci di Clifford in gara 1. Detto ciò, ed ammirata la difesa (ormai nell’NBA attuale se la vedi una difesa non puoi non ammirarla) dei Magic nella gara inaugurale della serie, la festa è finita e seguiranno quattro ripassate dei Dinosauri (tu stai a vedere che figura di…) perchè in fondo, ci ricorda il Patacca “Orlando non esiste, come il Molise”, mentre il milanès fa presente a tutti, cornetto rosso in mano mentre incrocia tutte le dita che ha: “Toronto è la miglior squadra dell’est, superiore a Sixers e Celtics” Sì, come no, lo pensa con tutto il cuore, fidatevi… The serial contrarian sicuro “Questa serie non inizierà mai” così come the rookie “Anche in un eventuale 3-0 con Leonard a riposo non vedo come Orlando possa battere Toronto”. Abbiate pazienza, son ragazzi.

Luigi Pergamo

Luigi Pergamo

34 anni, nasco calciatore e calciofilo fino a che una domenica mattina di fine anni '80, facendo zapping, faccio la conoscenza di Magic e Kareem: le mie giovani certezze vacillano, più tardi cadranno. Da allora la malattia ha un crescendo esponenziale fino al punto in cui devo cominciare a parlarne e, poi, scriverne. Sposato e con un figlio (3 anni e tifa Bucks, boh) quando non lavoro lancio spingardate al ferro in palestra o al playground.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Editore ENBIEILAIF - Nacho Symbolic Associazione Culturale
P.IVA - COD. FISC. 03383520545
Direttore Responsabile testata on line: Luca Fiorucci
Server Provider: Aruba
Registro Stampa Tribunale di Perugia N°9 27/05/14
Email: info@nbalife.it

© 2020 Copyright NbaLife.it, tutti i diritti riservati