6995256-kobe-bryant-22194

“Kobe Bryant, il morso del Mamba” da oggi in libreria!

Due parole, prima di quello che (inevitabilmente) è un comunicato stampa, vanno spese a cospetto di cotal iniziativa editoriale. Si, perchè non hai tutti i giorni la possibilità di leggere di qualcuno che è ai vertici di uno sport americano da 20 anni, cresciuto nello stivale, formatosi da noi sportivamente e umanamente. E non sono scontati nemmeno gli autori: la premiata ditta Fabbri&Caianiello trasuda passione ed è ben assortita quanto a basket visto e vissuto. Il risultato, senza precorrere i tempi, ve lo dico a breve con l’immancabile recensione, ma siamo in uno di quei casi in cui il buon giorno si vede dal mattino.

Non è da tutti chiamarsi come una bistecca. La scelta di Joe, grande impallinatore di retine sui due lati dell’Oceano, per il nome del terzogenito della famiglia Bryant, nacque a tavola. Proprio mentre riceveva la splendida notizia che la famiglia si sarebbe allargata, “Jellybean” stava gustando il suo piatto preferito, una bistecca Kobe, appunto, e la decisione fu immediata. Nessuno, nonostante il Dna di famiglia, avrebbe potuto prevedere che, qualche mese dopo, la data 23 agosto 1978 avrebbe segnato l’apparizione nel firmamento del basket Nba di uno dei più fulgidi e vincenti talenti di sempre. Anche perché la sua prima parte di vita, Kobe l’avrebbe trascorsa lontano dagli Stati Uniti, in Italia, dove giocava papà Joe. Un percorso di formazione umano e sportivo che ha fatto tappa a Rieti, Reggio Calabria, Pistoia e Reggio Emilia prima del ritorno negli Usa, dove Kobe inizia, fin dalla Lower Merion High School, a mietere record. Poi la scelta rischiosa di saltare il college, il draft del 1996, il gran rifiuto degli Charlotte Hornets e l’approdo nei Los Angeles Lakers. Il resto, davvero, è storia: una storia di grandi vittorie, brutti passi falsi e incredibili primati. La storia di un ragazzo e di un atleta straordinario, sempre pronto a rialzare la testa con orgoglio, per far vedere al mondo, ancora una volta, chi è il numero uno.

11281487_795109403940947_1462414972_o

14117391691384456010Claudio e SergioFabrizio Fabbri è la firma storica per il basket de «Il Tempo» e collabora anche con «Leggo» e «Tuttosport». È stato, fra l’altro, corrispondente per Radio 24 e addetto stampa al seguito della Nazionale maschile di basket negli Europei di Roma del 1991 e di Atene del 1995. Il basket lo vive anche dal campo: dopo aver allenato, fra le altre, la formazione dell’Aeronautica Militare e la Nazionale Militare, ha condotto dalla serie D alla B2 la ASD Petriana Roma, di cui è tuttora il tecnico.
11273002_349771945212536_1422721521_nEdoardo Caianiello è radiocronista ufficiale della Virtus Roma e conduttore della trasmissione Pianeta Virtus su Roma Radio. Ha lavorato anche per Radio Manà Manà Sport e Nuvolari Tv. È affetto dal virus della pallacanestro, da cui non intende guarire.

Per info: kobe.ilmorsodelmamba@gmail.com

Luigi Pergamo

Luigi Pergamo

34 anni, nasco calciatore e calciofilo fino a che una domenica mattina di fine anni '80, facendo zapping, faccio la conoscenza di Magic e Kareem: le mie giovani certezze vacillano, più tardi cadranno. Da allora la malattia ha un crescendo esponenziale fino al punto in cui devo cominciare a parlarne e, poi, scriverne. Sposato e con un figlio (3 anni e tifa Bucks, boh) quando non lavoro lancio spingardate al ferro in palestra o al playground.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Editore ENBIEILAIF - Nacho Symbolic Associazione Culturale
P.IVA - COD. FISC. 03383520545
Direttore Responsabile testata on line: Luca Fiorucci
Server Provider: Aruba
Registro Stampa Tribunale di Perugia N°9 27/05/14
Email: info@nbalife.it

© 2018 Copyright NbaLife.it, tutti i diritti riservati