BTL_Gregg-Popovich-Tim-Duncan_San-Antonio_Spurs

Inizia l’era post-Duncan

Quando si va a trattare temi legati ai San Antonio Spurs non si può non pensare sempre a quanto la franchigia texana ha saputo costruire (ed ottenere, a livello di successi) negli ultimi 20 anni.

A livello tattico i nero-argento sono stati per anni avanti a tutti, nello sfruttare al meglio il personale a disposizione di Pop – un allenatore capace di cambiare pelle e adattarsi di stagione in stagione alle caratteristiche dei propri giocatori.

Con Tim Duncan definitivamente pensionato non si pensi però a stravolgimenti eclatanti nel playbook di San Antonio, dato che Aldridge è in grado di sostituire il Caraibico come pedina dell’attacco di Popovich, e la presenza, ancora, di Parker, Ginobili e l’uomo franchigia Leonard, garantisce continuità almeno a buona parte dei giochi offensivi. Senza dimenticare – non mi permetterei mai – l’aggiunta estiva di un giocatore dalla rara intelligenza, tattica e non, come Pau Gasol.

Strong Rip Single

01Questo è un attacco molto comune per gli Spurs, che si sviluppa direttamente all’interno della propria motion offense. Dopo il ribaltamento di lato, con il passaggio di 2 a 3 in angolo, 4 blocca per 1 mentre lo stesso 2 taglia nell’angolo opposto sul blocco cieco di 5.
02Immediatamente dopo il blocco per 2, 5 gioca un pick’n'roll laterale con 3. Leggendo la difesa questo gioco a due può già creare molte varianti ed opportunità. In caso contrario 3 passa a 1 che gioca a sua volta un pick’n'roll con 4. Appena 1 passa la spalla del bloccante, 5 taglia a canestro per ricevere il possibile scarico della point-guard.

 
 

Baseline Snap

03Gioco disegnato per il post-up di Aldridge o per arrivare ad una rapida conclusione dei tiratori perimetrali. 4 blocca a centro area per 5 e va ad occupare il post basso sul lato forte. 5 riceve al gomito da 1.
044 blocca per 3 che attraversa l’area liberando il quarto di campo per la stessa ala forte che, ricevuto il passaggio da 5, può giocare 1vs1 o ribaltare il lato pescando un tiratore libero dietro l’arco dei tre punti.

 
 

Floppy Down Rip

05Il set “Floppy Down” è uno dei più utilizzati – un vero marchio di fabbrica – nell’era Pop, oltre che tra i più citati anche durante le telecronache, ma con varianti che (può capitare con gli Spurs) ingannano anche il telecronista più esperto e, a detta sua, molto addentro alle questioni “spursistiche”. 4 e 3 bloccano con uno stagger per 2 che esce su un lato, mentre 4 taglia appena 2 ha passato il suo blocco, per uscire sul lato opposto, aiutato da un altro blocco stagger, questa volta formato da 3 e 5.  1 può pescare il compagno più libero, spesso l’ala forte, o uno dei molteplici bloccanti che, grazie all’attenzione generata dai due taglianti, si ritrova improvvisamente libero dentro l’area.
Andrea Pontremoli

Andrea Pontremoli

Ex-giocatore e poi allenatore di settore giovanile, collaboratore dal 2005 e in seguito capo-redattore NBA per All-Around.net. Partecipa con un suo racconto al libro "All-Around: 12 storie 1 passione" (Orizzonti Editore) ed è autore del testo "Il triangolo sì...io lo rifarei" sullo studio e l'utilizzo della Triple-post Offense di Coach Tex Winter.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Editore ENBIEILAIF - Nacho Symbolic Associazione Culturale
P.IVA - COD. FISC. 03383520545
Direttore Responsabile testata on line: Luca Fiorucci
Server Provider: Aruba
Registro Stampa Tribunale di Perugia N°9 27/05/14
Email: info@nbalife.it

© 2019 Copyright NbaLife.it, tutti i diritti riservati