italianjob1

Fratelli d’Italia, lo stile s’è desto?

L’Italia è da sempre la culla della bellezza, della moda e dello stile. Nei secoli (dei secoli) ne siamo stati ideatori, fruitori ed esportatori; ovunque abbiamo posato la bandiera questo, insieme ai nostri difetti, c’è stato sempre ampiamente riconosciuto. In un processo iniziato giusto qualche anno fa da un certo Cristoforo Colombo, spesso ci siamo ritrovati a guardare aldilà di quella massa d’acqua di un blu intenso sognando di attraversarla, in molti l’hanno solo sognato, alcuni hanno tentato e c’è chi addirittura c’è riuscito. Oggi, ovviamente, andare negli USA sembra quasi banale per noi ma, nella vita come nel Basket, non è sempre stato così. Per fortuna del nostro movimento cestistico, negli ultimi tempi, abbiamo cominciato a sfornare giocatori dal talento stuzzicante che hanno convinto chi di dovere ad alzare il telefono, prenotare un biglietto aereo di sola andata e far giungere i Nostri nella “terra delle opportunità”. Insieme al talento e alla famosa valigia piena di sogni Andrea Bargnani, Marco Belinelli, Danilo Gallinari e Gigi Datome hanno portato anche il loro modo di essere Italiani. Accompagnatemi fino in fondo all’articolo e cercheremo di scoprire insieme se, insieme ai sogni, all’interno di quella valigia chiamata in causa poche righe fa, hanno portato anche lo stile che da sempre che ci contraddistingue.

Andrea Bargnani

Parlare del Mago non è facile, un po’ fuori dai radar “social” non si vedono spesso sue foto di apparizioni mondane. Di sicuro Andrea sarebbe più facile vederlo indossare un’armatura per combattere la sfortuna piuttosto che un qualunque abito di un qualsivoglia sarto. Quello che si evince dal poco che si trova è l’amore per un look semplice, senza troppi fronzoli né eccessi, orientato verso il casual ed il pratico.

Bargnani

Marco Belinelli

Il più modaiolo del quartetto d’Italia. Aiutato dal successo avuto grazie alla vittoria al three point shootout prima e del titolo NBA poi, ha avuto l’opportunità di comparire in diversi articoli, guadagnarsi qualche copertina e diventare il protagonista di set fotografici ad hoc. Di certo, non può essere considerato l’epitome dell’eleganza made in Italy ma spesso lo si vede indossare abiti di taglio sartoriale magari accompagnati da elementi più casual. Senza dubbio alcuno, più attento al look rispetto agli altri, è in piena fase di sperimentazione come si nota dal fatto che, specie nei pre gara, arriva spesso con uno stile diverso dal precedente.

Belinelli

Danilo Gallinari

Il più giovane e forse, il più talentuoso. Anche lui, come il Mago, ha litigato con la dea bendata e la fortuna, di fatto, non gli arride. Fa parte degli amanti del casual look, quindi jeans, t-shirt, tuta, felpe. Tuttavia il suo modo di essere dentro e fuori dal campo ha attirato l’attenzione de marchio italiano Iceberg che lo contatta prima e gli disegna una linea da indossare off the court poi. 

danilo-gallinari, iceberg

Gigi Datome

Jesus Datome è più di un idolo, per i suoi tifosi è come il Messia ed il suo look fa di tutto per ricordarcelo. La sua barba rivaleggia con quella di Harden, il capello lungo e selvaggio completa il quadro accompagnandosi ad un carattere meraviglioso. Detto questo è palese come lui ami vestirsi in maniera comoda, pratica e a volte minimale, come si confaceva al suo “predecessore” in quel di Nazareth. Sicuramente ha ben in mente qual’è il suo stile e sa per certo cosa cercare dentro all’armadio, l’altra faccia della medaglia però ci riporta in una dimensione più umana in cui noi, terra di santi, poeti, navigatori e stilisti, non abbiamo in Gigi un alfiere dell’eleganza nostrana. 

datome2

Insomma…

Diciamoci la verità, probabilmente ci si poteva aspettare un qualcosa in più; d’altra parte è anche vero che se l’eleganza è innata ed è indipendente dal capo di vestiario, lo stile è un processo di ricerca attraverso il quale si passa per l’affermazione del proprio io. I nostri ragazzi, anche in tuta, rappresentano il nostro tricolore e dobbiamo esserne orgogliosi; e poi oh, Beli ha pur sempre posato per “L’uomo Vogue” e GQ!

Francesco Versiglioni

Francesco Versiglioni

Francesco Versiglioni nasce a Perugia nel 1987. Amante della cultura USA, appassionato delle tante varianti dello sport a stelle e strisce, cultore poliedrico dello stile,dell'arte e della letteratura. Col cuore dalla parte degli antieroi,dell'ingresso nella storia dalla parte sbagliata, convinto che una bella storia valga più di un ricco palmares. Laureato in Ingegneria Gestionale, viaggiatore per vocazione, scrittore per passione e la propensione ad essere attratto da interessi della più variegata natura

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Editore ENBIEILAIF - Nacho Symbolic Associazione Culturale
P.IVA - COD. FISC. 03383520545
Direttore Responsabile testata on line: Luca Fiorucci
Server Provider: Aruba
Registro Stampa Tribunale di Perugia N°9 27/05/14
Email: info@nbalife.it

© 2019 Copyright NbaLife.it, tutti i diritti riservati