Basketball-Betting

Back to Bets
Opening Night

Bentornati a tutti!

Ci siamo lasciati in piena corsa playoff con i Warriors oserei dire scontati favoriti arrivati al rush finale della scorsa postseason, ma come sapete nello sport Made in USA a parte rarissime eccezioni ripetersi ai massimi livelli è cosa complicata, soprattutto un anno dopo l’altro. Quindi abbiamo di nuovo imbracciato l’artiglieria e con lo sguardo fiero e le gambe in spalla ci accingiamo a scendere in trincea per una nuova annata, come al solito da approcciare con cautela.

Golden State come detto sarà chiamata ad una vera e propria impresa per confermare il titolo strameritato l’anno scorso, dovendo fare i conti con squadre rinnovate, altre confermate, nuove leve che scalpitano e talenti anche parzialmente sbocciati pronti a fare il salto di qualità decisivo.

Ma prima di parlare di Anello, di Playoff, di MVP… insomma di tutte quelle bet antepost che sempre interessano noi periziatori, ci aspettano i soliti 6 mesi di emozioni, di notti insonni, di urla e schiamazzi oggetto di riunioni di condominio e, quello che più conta e che tutti ci auguriamo, di grandi immense e continuative casse!

Stanotte come al solito quando si tratta di Opening Night il palinsesto è piuttosto risicato, tra l’altro la nostra amata palla a spicchi per la prima settimana abbondante subirà anche una sfortunata concomitanza con le Finali delle World Series di MLB, obbligando ad uno schizofrenico zapping tra streaming, tv e ologrammi riprodotti sul soffitto.

Risicato, ma di grande qualità.

Per ogni partita vi presenterò quote, handicap e linea U/O, poi parleremo di infortuni, quindi di pronostici.

Come vi ho sempre detto, io vi voglio fornire gli strumenti di valutazione e le tattiche di gioco, poi vincere o perdere passa sempre da un’elaborazione personale, che tra l’altro è il vero succo del betting, mettere in gioco se stessi, la propria competenza, in un testa a testa infinito col banco e la sua inscalfibile fiducia.

Cleveland@Chicago

141031220337-20141031-lebron-james-vs-chi-bulls.1200x672

Favoriti i Bulls con 3 punti di handicap, che portano ad una Money line di 1,65. La soglia dell’under over è fissata a 198 punti.

Partiamo subito con diversi dubbi, dato che degli ospiti abbiamo Irving e Shumpert fuori, Love doubtfull e lo stesso LeBron più sì che no ma non del tutto sicuro di essere della partita.

Discorso analogo in casa Bulls, con Rose probabile ma ancora non del tutto sano dopo l’ennesima sfortunata vicenda dell’occhio, Gibson in dubbio fino all’ultimo e Dunleavy out.

Se la Preseason contasse qualcosa, il pronostico sarebbe chiuso. I Cavs ne han vinta solo 1 su 7, l’ultima con Dallas, ma nella stagione delle esibizioni l’utilizzo delle stelle dei vice-campioni è stato davvero dosato al minimo, sempre riferendoci a quelli che di volta in volta non erano direttamente indisponibili. Insomma numeri che vogliono dire poco.

Chicago invece ha fatto molto meglio, prendendosi pure le sue scoppole ma con una base abbastanza stabile di punti segnati, soprattutto in casa, con circa 103 di media. Insomma la tendenza avviata l’anno scorso a mollare un po’ gli ormeggi in fase offensiva sembra confermata dalle gare di ottobre.

Tutti però sappiamo che questa sfida che spesso segna l’inizio delle stagioni NBA ha dei significati diversi, non è un match qualunque e non mi sorprenderei ne uscisse una partita molto chiusa e dal punteggio non stellare.

Fatte tutte queste considerazioni a sminuire la forza dei numeri della preseason, vi stupirò dicendovi che, obbligato moralmente a puntare qualcosa, mi schiererò sui Bulls, cercando una quota bella “paciarotta” dell’1X2 italico, ovvero la vittoria di 6 punti.

Questo perché penso che il match possa prendere due strade: una di totale equilibrio, punto a punto fino all’ultimo minuto ed allora propenderei per un finale pro-Cavs, forse la squadra più forte in queste situazioni molto tirate. L’altra invece prevede una versione Cavs un po’ dimessa, magari nemmeno troppo interessata, che potrebbe nascondersi più che svelarsi, come in fondo ha fatto per quasi tutta la scorsa regular season. Non sarebbe il primo opening game “snobbato” da King James, vado più a sensazione che basandomi su crudi numeri. In questo caso basterebbe una normale partita dei Bulls per portare a casa l’handicap ed una vittoria vicina anche alla doppia cifra.

Visto che Better ( per citarne uno a caso, dopo vi metterò in commento la quota migliore spulciando i diversi scalcagnati book italiani ) offre questa scommessa, ripeto la vittoria di Chicago con 6 punti di margine, @2,5 mi sembra un discreto investimento per iniziare la stagione.

Detroit@Atlanta

Detroit Pistons v Atlanta Hawks

Hawks con 6,5 punti di handicap, vincenti match a 1,35 e linea U/O fissata a 197.

Sefolosha in dubbio per gli aquilotti, invece un bel casino in casa Pistons con Jennings fuori, Baynes in dubbio e Jackson, Blake e Caldwell-Pope probabili ma non certi.

Onestamente un match che mi dice poco, credo vinceranno gli Hawks ma non mi stupirei del contrario, entrambe le squadre in preseason sono state parecchio indecifrabili. Un NO BET che più sereno non si può, almeno per me.

NO@Golden State

i

Ben 9,5 punti di handicap per i Warrios ed un M.L. stracciato che paga solo 1,19 a fronte del goloso 5,3 per i Pellicani. Linea U/O da Run&Gun purissimo con ben 214 punti da battere.

Per i campioni Bogut è probable mentre Harrison Barnes è questionable, fuori invece il giovane Looney, messi parecchio male i Pelicans , con Evans, Babbitt, Norris Cole, Ajinca, Asik e Pondexter tutti di sicuro fuori, quindi uomini contati per bussare alla porta dei campioni in carica, non un esordio comodo eh!

Non credo che si possa definire emergenza lunghi perché quando puoi contare su monociglio Davis sai che volendo lui ti fa anche tutti e 48 i minuti, con qualche piccola comparsata di Perkins, ma la realtà è che c’è la possibilità che questa infermeria così piena tolga del fascino ad una gara altrimenti attesissima e, per me, destinata diventare molto hot nella prossima primavera.

Serve una partita perfetta di Jrue Holiday, Gordon e Ryan Anderson perché gli ospiti riescano a restare nel match… ma sono due anni consecutivi che la squadra campione stenta e non copre l’handicap nell’esordio casalingo, quindi mai dire mai.

Credo che anche in questo caso le quote siano molto ben fatte, manco a dirlo, e mi sembra difficile trovare una chiave di lettura che non porti a giocare i Warriors, ma dato che le quota davvero troppo bassa e l’handicap vicino alla doppia cifra sono un bel deterrente mi limiterò a guardare, magari pronto a prendere qualcosa in live.

Con questo vi saluto, vi auguro una buona opening night e vi rimando ai prossimi appuntamenti con le scommesse su questi schermi!

Luca Fontana

Luca Fontana

Luca Fontana, 32 anni, di Milano, da circa 10 anni cerco di far accoppiare il mio grande amore per lo sport , NBA e Tennis in primis , e la mia cara passione per le scommesse sportive nella speranza di venire premiato dalla buonasorte e di sbancare i bookmaker. Dal 2008 lavoro nel settore del gioco d'azzardo in Italia. Tendenzialmente non dormo mai, guardo tutte le partite che riesco e di solito con il biglietto in mano.

1 commento
  • Luca Fontana Luca Fontana scrive:

    come al solito verso le 17:00 c’è stato un aggiornamento delle quote, Love è passato da probabile a dubbio quindi è scesa abbastanza Chicago. La quota che ho segnalato prima a 2,5 è scesa intorno a 2,15 , resta sempre interessante ( soprattutto se dovesse per davvero mancare Kevin Love ) ma un po’ meno allettante…non so se consiglierei ancora la prima giocata.

    Mi spiego meglio: tra 1,85 e 2,5 prima c’era una differenza di quota tale che mi ha fatto scegliere una strada più perigliosa ma pagata meglio, ora tra 1,85 e 2,15 forse opterei per una soluzione più guardinga. Alla fine sono sfumature ma il succo resta che Chicago deve vincere possibilmente di 20 così ci togliamo ogni dubbio

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Editore ENBIEILAIF - Nacho Symbolic Associazione Culturale
P.IVA - COD. FISC. 03383520545
Direttore Responsabile testata on line: Luca Fiorucci
Server Provider: Aruba
Registro Stampa Tribunale di Perugia N°9 27/05/14
Email: info@nbalife.it

© 2019 Copyright NbaLife.it, tutti i diritti riservati